Ambrosia

L’Ambrosia è originaria del nord America ed è presente in Europa solo dagli inizi degli anni ’60. In Italia le zone in cui si è insediata sono: Varese e provincia, Pavia e provincia, Trieste, località a nord-ovest di Milano, Torino. L’Ambrosia cresce nei terreni situati al di sotto dei 500 m. e i luoghi in cui si sviluppa sono i bordi stradali, i cantieri edili, le massicciate ferroviarie, i campi incolti, gli argini dei fiumi e le aree abbandonate; spesso si trova anche nei campi coltivati a soja, girasole, mais e barbabietole. L'allergia all'Ambrosia è molto diffusa e si manifesta con gli stessi sintomi delle altre allergie ai pollini. A chi soffre di questa allergia si consiglia di evitare i luoghi in cui è presente, di non praticare attività fisica nelle prime ore del mattino e dopo il tramonto, di privilegiare località di vacanza in alta montagna o al mare e di consultare i bollettini forniti dalle farmacie in cui sono riportati i picchi di produzione del polline, i luoghi e i periodi più colpiti. Il Servizio Prevenzione Sanitaria della Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia in data 29/3/99 ha emesso l’ordinanza " Disposizioni contro la diffusione della pianta "Ambrosia" nella Regione Lombardia al fine di prevenire la patologia allergica ad essa collegata."